I 4 OBIETTIVI DELL’AYURVEDA

Gli scopi dell’ayurveda sono quattro: vediamo quali sono

Gli scopi dell’ayurveda sono quattro, in questo articolo vediamo quali sono.

Gli scopi dell’ayurveda sono quattro, vediamo secondo la filosofia vedica cosa significa per l’essere umano portarli nella propria vita per raggiungere equilibrio.

I 4 concetti dell’ AYURVEDA sono:

1. DharmaGiustizia
2. Artha: Acquisizione di ricchezza con mezzi adeguati e il suo giusto utilizzo
3. Kama: Il compimento di desideri nobili
4. MokshaLiberazione 

Dharma, primo obiettivo da perseguire nel corso del nostro percorso vita.

“Dharma” è una parola che trova origine nella lingua sanscrita, significa “sostenere”, “adottare”, “salvaguardare”.

Il Dharma a sua volta è composto da 10 principi fondamentali:

1. Tolleranza: è la qualità di rimanere calmi e composti in tutte le circostanze;

2. Controllo della mente: è la capacità di mantenere in un certo modo il controllo della nostra mente anche quando si presenta “inquieta”

3. Kshama: rappresenta il perdono

4. Non rubare: non si deve rubare né togliere o acquisire qualcosa che appartiene ad altri

5. Shauch: è l’abilità nel saper mantenere pulito e puro il corpo, la mente e l’ambiente in cui si vive;

6. Saggezza: mantenere la consapevolezza di se stessi e crescere grazie alle proprie esperienze.

7. Controllo dei sensi: significa mantenere il proprio senso di azione e conoscenza

8. Conoscenza: acquisire conoscenze di dominio fisico e spirituale da tutte le fonti possibili;

9. Verità: la capacità di esercitare la verità nel pensiero, nelle parole e nei fatti;

10. Non arrabbiarsi: si dovrebbe cercare di restare calmi ed equilibrati anche di fronte alla provocazione.

Artha, il secondo obiettivo della vita umana

Artha poggia le sue “radici” dal Dharma e da qui troviamo :

1. conoscenza sia materiale che spirituale:

la conoscenza materiale si riferisce alla nostra vita quotidiana, alle esigenze e alle attività e può essere acquisita attraverso un’adeguata istruzione, attività intellettuali, ecc…

la conoscenza spirituale si riferisce allo spirito, alla vita interiore e il suo scopo è la realizzazione di sé stessi.

2. salute considerata forma di ricchezza: intesa nel ricercare l’equilibrio di  benessere a livello fisico, emotivo e mentale.

3. soddisfazione è un’altra forma di ricchezza e va considerata come astinenza del desiderio di pretendere sempre più di quello che si ha nella vita e di possedere sempre più beni materiali.

4. ricchezza materiale: dovrebbe essere acquisita mantenendo il dharma, non si deve diventare schiavi delle ricchezze materiali, ma saperle dominare.

Il terzo obiettivo della vita è kama – soddisfazione controllata dei desideri

Il kama può avere due volti:

– il primo riguarda il desiderio controllato e benefico di affermazione e di realizzare qualcosa, di scoprire qualcosa di nuovo.
– il secondo riguarda un altro desiderio, quello incontrollato o non benefico, che può portare alla distruzione.

Nel Kama quindi è fondamentale conoscere come si producono i desideri per essere in grado di tenere ben separate i due aspetti.

Moksha (salvezza) è il quarto obiettivo della vita umana.

Il raggiungimento di Moksha è il più alto obiettivo della vita, l’obiettivo finale del nostro cammino qui.

Prima di raggiungere Moksha si devono raggiungere i primi tre obiettivi: dharma, artha e kama.

Moksha è lo stato di liberazione dalla miseria e dal dolore presenti nella vita umana.

Il conseguimento di moksha è estremamente difficile, richiede una pratica spirituale costante, un atteggiamento di non attaccamento.

Se desideri avere più informazioni sull’ayurveda puoi Contattarmi attraverso il link

Il testo che ti consiglio lo trovi a questo Link

Add A Comment