REIKI:IL CUORE

Il cuore: come viene trattato con il reiki

Questo articolo è dedicato all’ organo del cuore, continuiamo ad analizzare nel dettaglio la valenza energetica degli organi e oggi ci dedichiamo a capire il significato del CUORE nel REIKI

Ti ricordo, come già scritto in un precedente articolo (Link), con il REIKI possiamo andare a lavorare direttamente su gli organi per portare energia e riequilibrali in momenti di squilibrio.

Gli organi che vengono trattati sono :

reni, Polmoni, Fegato, Milza, CUOREStomaco, l’intestino, pancreas

Il cuore rappresenta il centro che sostiene la vita e anche sotto l’aspetto energetico è molto importante in quanto ci definisce e ci permette di essere consapevoli di noi stessi.

Il CUORE è il centro del nostro equilibrio ed inoltre è connesso alla nostra identità spirituale :

IO SONO , IO ESISTO

Il cuore, come abbiamo detto, è il centro del nostro sistema, è la sede dell’emozione, del sentimento, dell’amore, della misericordia, della compassione.

Tutto trova il suo collegamento nel CUORE, guardiamo questi esempi:

  • l’emozione dei ricordi ci riporta al cuore,
  • il dolore può spezzare il cuore,
  • chi non ama ha il cuore duro o di ghiaccio,
  • quando stiamo bene da qualche parte ci lasciamo il cuore, 
  • noi mettiamo il cuore in ciò che facciamo con amore,
  • la persona amata ci ha rubato il cuore,
  • chi è senza cuore è spietato e crudele,
  • di fronte a un evento doloroso mi si stringe il cuore.

Avere “gioia” nel cuore e essere in armonia ci dona vitalità e fisicamente è il motore che ci nutre e permette al sangue di scorrere ininterrottamente per migliaia di chilometri ogni giorno e portare nutrimento ad ogni singola cellula del nostro organismo.

Il CUORE “energeticamente” si ammala quando nella nostra vita vengono meno l’entusiasmo e l’amore incondizionato, totale, assoluto.

Ha bisogno di emozione, di calore, di empatia per mantenersi elastico ed efficiente.

Ha bisogno del movimento della vita vissuta con intensità e coinvolgimento.

Se ci cristallizziamo nel dolore e nel vittimismo, se diventiamo egoisti, freddi e calcolatori e innalziamo un muro che non ci permette di ascoltarci destiniamo al nostro cuore una progressiva immobilizzazione e atrofia e lo condanniamo a irrigidirsi e a spegnersi.

Per rimanere in equilibrio il cuore ha bisogno di pulsare, ha bisogno di avventura, di audacia, di coraggio. Al contrario la morte del cuore è la noia, l’apatia, l’indifferenza.

Quando non c’è equilibrio possiamo soffrire di insonnia, mancanza di memoria fino ad arrivare, nei causi più acuti, a isteria, delirio e follia.

Gli organi collegati al cuore sono :

  • la lingua che tramite le papille gustative ci fa sentire il gusto della vita, della gioia.
  • intestino tenue che rappresenta l’indicatore delle nostre paure esistenziali 

Vi riassumo in questo schema, il CUORE, secondo il IL GRANDE MANUALE DEL REIKI 

Funzione Fisiologica Circolazione del sangue, porta nutrimento alle cellule
Funzione Simbolica Movimento incessante di crescita e rinnovamento
Emozione di luce Gioia,entusiasmo,innocenza,leggerezza
Emozione di ombra Sforzo, fatica, noia, freddezza, apatia,ingratitudine
Organi correlati Lingua,intestino tenue
Elemento Fuoco
Senso Tatto

Per ogni informazione sul REIKI puoi contattarmi attraverso la news letter che trovi al sito.

Add A Comment