Pranayama: non è solo respirazione, capiamo il suo significato in Ayurveda
Pranayama: non è solo respirazione, capiamo il suo significato in Ayurveda.

Pranayama: non è solo respirazione, capiamo il suo significato in Ayurveda.

In questo articolo ti spiego il significato di Pranayama nell’ayurveda.

Pensi che il pranayama sia solo respirazione? In ayurveda non è solo questo e trova un significato molto più profondo, non è solo la respirazione associata allo yoga come la maggior parte può pensare.

Il pranayama ha come scopo la capacità di rendere la mente stabile, forte, tranquilla e di poterne risvegliare le potenzialità latenti.

Rappresenta lo strumento con il quale è possibile assorbire e controllare il prana, l’energia vitale.

La parola pranayama è composta da PRANA e AYAMA 

COSA E’ IL PRANA?

 “Prana significa energia, soffio vitale che riempie l’universo.”

La principale sorgente di prana è l’aria che respiriamo, viene assorbito tramite le mucose del naso e dai recettori nervosi dell’apparato respiratorio.

Oltre che attraverso l’aria il prana viene assorbito anche dai cibi e le bevande attraverso le terminazioni nervose della lingua e della gola.

COSA E’ AYAMA?

La parola ayama vuol dire invece «estensione» o «espansione»

Quindi possiamo dire che la parola pranayama è l’estensione/espansione della nostra energia vitale.

Secondo gli Yoga Sutra, il gradino che precede il pranayama è costituito dalla pratica delle asana, cioè le posizioni dello yoga, che hanno lo scopo preparatorio di rendere il corpo agile, flessibile e rilassato, liberandolo da movimenti nervosi e tensioni muscolari.

Quando il corpo è «sotto controllo», è facile rivolgere l’attenzione al respiro, che permette di creare il collegamento tra il corpo e la spiritualità della mente.

Questo passaggio che trova il suo sviluppo nel pranayama permette poi arrivare alla meditazione profonda.

I BENEFICI DEL PRANAYAMA

  • Facilita l’eliminazione delle tossine.
  • Migliora la circolazione sanguigna e linfatica.
  • Aiuta molto l’azione filtrante dei reni.
  • Tonifica il sistema nervoso.
  • Agisce positivamente sulla memoria.
  • Aiuta la digestione.
  • Libera da pensieri negativi e dalle paure che immobilizzano l’intento.
  • Purifica i canali energetici del corpo: le nadi
  • Rinforza il sistema immunitario.

Perché il Pranayama funziona?

Durante la pratica del pranayama le funzioni vitali vengano ridotte al minimo, pertanto tutto il corpo raggiunge un profondo rilassamento e di conseguenza anche la mente si trova in uno stato di pace mentale.

  • Utilizziamo appieno la nostra capacità polmonare, migliorando quindi l’ossigenazione di tutto il corpo;
  • Gli organi non ricevono solo ossigeno ma ricevono anche sangue in abbondanza e la loro efficienza viene incrementata.
  • I cambiamenti di pressione sollecitano gli organi che  vengono compressi e decompressi migliorandone le funzioni.

Successivamente nei prossimi articoli vi indicherò delle pratiche di respirazione adatte.

Contattami attraverso il Link se desideri avere ulteriori informazioni o imparare a come gestire il tuo respiro.

Un libro che ti consiglio per iniziare ad esplorare questa tecnica lo trovi Qui

Add A Comment

CONTINUA A SEGUIRMI